Con TOI Shield e Spark Electron comincia la rivoluzione dell’Internet of Things

Ottimo inizio su Kickstarter per TOI – Things On Internet, al debutto con TOI VIPER e TOI Shield  sulla piattaforma di crowdfounding più importante del mondo.

 

Una vera e propria partenza col botto anche per Spark Electron, la nuova scheda per l’Internet of Things rilasciata da Spark, una delle aziende leader nel mercato dei “makers” e del DIY (Do It Yourself). Il traguardo di 30.000 dollari è stato raggiunto in meno di 24 ore dal lancio!

Cos’è Spark Electron? Qual è il motivo del suo successo?

Per rispondere facciamo prima una semplice considerazione: l’area coperta dalla rete cellulare è ancora molto più ampia rispetto a quella Wi-Fi [soprattutto in Italia, sigh sigh] in quanto le “celle radio” sono distribuite in modo più capillare rispetto gli access point (AP). In sostanza, esistono più zone del mondo dove “prende” il cellulare rispetto a quelle dove c’è una rete Wi-Fi disponibile alla connessione.

Alla Spark, quindi, hanno pensato bene di realizzare un piccolo kit di sviluppo simile ad Arduino ma con un modulo 2G/3G integrato e ad una SIM targata Spark. Attraverso questo kit si potrà collegare ogni apparecchiatura elettronica alla rete cellulare e creare un network di oggetti “smart”: tutto connesso, uomini e cose, l’Internet of Things.

Anzi, meglio dire “Things Onto the Internet”, come sottolinea il team di TOI in una recente intervista a Wired.it.

TOI Shield è la prima scheda compatibile con Arduino e Spark Elektron

Spark Electron da sola può fare molto, ma non tutto. Per poter interagire con i dispositivi elettronici e con l’ambiente circostante ha bisogno di sensori e attuatori. TOI Shield è la soluzione!

La scheda, realizzata da TOI con la stretta collaborazione di BESOS, è già compatibile con UDOO, Arduino, Spark Core e Photon. Inoltre, come si legge sul forum del sito di Spark:

“Electron plays well with the rest of the Spark family. It’ll be a bit longer than the Photon or Core due to the size of the cellular module, but we’ve designed it in a way that allows it to be backwards compatible with our existing shields.”

Quindi… TOI Shield sarà compatibile anche con la nuova Spark Electron!

Con VIPER, Spark Electron è programmabile in Python

Spark Electron da sola non può consentire di rendere “smart” tutti i dispositivi elettronici se non ci sono abbastanza persone altrettanto “smart” da riuscire a programmarli. In questo caso entra in gioco VIPER!

Così come Spark Core e Photon anche Spark Electron è basata su un microcontrollore ARM Cortex M3, quindi… sarà nativamente compatibile con VIPER VM, la virtual machine che permette di programmare le piattaforme di tipo Arduino nel modo più semplice possibile, cioè in Python, un linguaggio di programmazione davvero alla portata di tutti.

 

Non ci sono più alibi, la rivoluzione dell’IoT è cominciata! Puoi farne parte anche tu.

Come? Supporta il progetto!

Luigi F. Cerfeda
Follow me

Luigi F. Cerfeda

Biomedical Engineering, Founder & Project Manager at BESOS - Bio Engineering Systems for Open Society
Luigi F. Cerfeda
Follow me
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento!

Loading Facebook Comments ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento